Blog  23

Se c’è una certezza nella vita di tutti i giorni, questa è tangibile nella celebre frase che diede il titolo ad uno dei cult della filmografia partenopea: “Gli esami non finiscono mai”. Ma qual è la versione più concreta che si può dare ad un concetto tanto semplice quanto variegato nelle sue mille sfaccettature? La chiave del concetto, per interpretare al meglio la citazione di eduardiana memoria, sta non solo nel miglioramento quotidiano, ma passa per un costante aggiornamento. La formazione diviene, in quest’ottica, elemento imprescindibile e necessario per tutte quelle attività che tendono la mano ai propri dipendenti.

Per questo motivo, Wonderlab – che ha da sempre l’incipit formativo tra i capi saldi della propria mission aziendale – ha avviato piano formativo di sviluppo delle competenze attivato per otto profili. "Wonder-Tech: progettiamo il futuro" è il nome del nuovo piano formativo rivolto al personale informatico e che porterà all'internalizzazione del 70% dei partecipanti.

 

Il progetto è stato introdotto da Fondimpresa per il finanziamento di piani condivisi per la formazione dei lavoratori sui temi chiave per la competitività delle imprese aderenti: qualificazione dei processi produttivi e dei prodotti, innovazione dell’organizzazione, digitalizzazione dei processi aziendali, commercio elettronico, contratti di rete, internazionalizzazione.

Questo piano, realizzato in partnership con Virvelle, rappresenta un viatico produttivo che aprirà la strada del lavoro agli otto candidati che seguiranno le tranche formative. Senza alcuna distinzione di genere o titolo studentesco, Wonderlab si è resa pioniere di un’iniziativa che sostiene i giovani e il loro futuro, puntando sulla crescita performante di questi ultimi e coltivando quelle che sono le loro caratteristiche peculiari.

 

Impostare una strategia per migliorare le competenze dei propri collaboratori non è così semplice: ogni azienda è unica e non esiste una soluzione di formazione uguale per tutti. Per Wonderlab è stato necessario creare un programma di apprendimento e sviluppo che affronti le sfide specifiche del proprio settore e calibrate sulle necessità dei futuri dipendenti.

La progressiva digitalizzazione, accentuata anche dall’emergenza sanitaria, ha imposto importanti cambiamenti nel modo di fare formazione. L’aula si dematerializza in favore di nuove tecnologie che permettono un accesso più agile all’apprendimento. Il piano include infatti Formazione a distanza, date le stringenti norme in materia Covid-19, e Training on the job realizzato in presenza.

 

Attualmente, la giovane startup salernitana ha già internalizzato quattro persone sulle otto totali nell'ambito del progetto. Guardare il futuro con un’altra prospettiva, quella dell’innovazione costante rivolta anche in ambito formativo. È questo uno dei compiti che si è prefissata Wonderlab.

Articoli Recenti